Lavorare al pc nel migliore dei modi - Blog - Alberto del Grande - copywriter & scrittore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lavorare al pc nel migliore dei modi

Alberto del Grande
Pubblicato da in Lavoro ·
Tags: lavoropcvistacopywritersalute
    
Chi, come il sottoscritto, lavora con la scrittura (o altri lavori digitali), si ritrova a passare parecchie ore del giorno incollato davanti allo schermo del pc.
Se ti parlo di mal di testa, vista affaticata e schiena indolenzita ci strizziamo l'occhio, vero?
Vediamo come sopravvivere a questa routine.

Gli strumenti per salvarsi al pc


Fatta la premessa che non sono un esperto di postura, ma un semplice scrittore gobbo, riassumo qualche dritta per limitare il più possibile i danni (o almeno ti racconto quello che faccio su di me):

  • Altezza dello schermo. Il notebook purtroppo impone la sua bassezza, obbligando noi poveri lavoratori a condannarci alla gobba, ritrovandoci alla sera con la schiena e il collo dolenti. Se non hai un monitor esterno, usa un rialzo per tenere lo schermo del pc ad altezza occhi.
  • Tastiera usb. In conseguenza al primo punto, è bene dotarsi di una tastiera usb. Innanzitutto la trovo molto più adatta (anche il sonoro della digitazione è più appagante), poi risulta più comodo per le spalle. Usando quella del notebook rimarresti appeso a mezz'aria. Credimi: no.
  • Timer. Io lavoro sempre con un timer impostato ogni 30, massimo 40, minuti. Non riesco a rimanere al pc più a lungo senza sentirmi come dopo una sbronza colossale. In più, utilizzare un timer, migliora la produttività: quando lo imposto, non esiste altro che quello che sto facendo. Così mi concentro a fondo, perché so che al suono della campanella posso fare ricreazione.
  • Muoviti. Quando il timer ti avvisa, finisci pure la frase, il periodo che stai scrivendo, poi però alzati e muoviti. Sgranchisciti con qualche esercizio di mobilità, fai due passi e bevi un caffè o dell'acqua. Stacchi sia gli occhi che la mente, tornando più lucido al lavoro, dopo la pausa.
    Io di solito stacco almeno una mezz'ora.



 

Il paradosso


Il web ogni giorno ci fa sgolosare davanti all'opportunità di scegliere lavori creativi da freelance che permettono autonomia e libertà incomparabili con altri lavori.  
È facile però scadere nel tunnel della non separazione tempo libero-lavoro, quindi è importante darsi dei tempi e dei ritmi, per godere realmente dei benefici di questa scelta, senza ritrovarsi gobbi, flaccidi e ciechi nel giro di poco tempo.

Cerca di ritagliarti quotidianamente un momento dedicato al corpo e all'attività fisica.
Fa bene al corpo e alla mente.
Rimanere ingobbiti davanti al pc 7 su 7 non ci renderà creativi o scrittori migliori.
La testa ha bisogno di svagarsi, il sangue deve scorrere e fluire ovunque se vogliamo che ci porti delle buone idee.

Fa' in modo di muovere anche le gambe oltre alle dita e ne risentirà positivamente anche il tuo lavoro.




Nessun commento

Email Address info@albertodelgrande.com
Torna ai contenuti | Torna al menu