Come migliorare il lessico - 4 consigli (+ bonus) - Alberto del Grande - Alberto del Grande

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come migliorare il lessico - 4 consigli (+ bonus)

Alberto del Grande
Pubblicato da in Scrittura creativa ·
Tags: migliorarelessicoscrivere
Ah, quanto è bello scrivere! Quando sei lì, tutto/a concentrato/a (scusa, non sono ancora riuscito ad abituarmi agli asterischi, ognuno ha i suoi tempi), e cerchi la parola, quella parola, non un'altra.
Oppure quando rileggi uno scritto e trovi duecentoventicinque ripetizioni.
The solution is: migliorare il proprio lessico.

DOVE SI TROVANO I VOCABOLI?

Ma nel vocabolario, ovviamente! No tranquillo/a, non ti sto dicendo di leggere dalla A alla Z tutto quel mattone di libro che hai, da qualche parte, impolverato.
In realtà un autore, Stevenson mi pare, disse di aver letto un solo libro in tutta la sua vita per poter scrivere al meglio: il vocabolario. Pensa un po'!

Ecco, le dichiarazioni dei romanzieri, per quel che mi riguarda, vanno prese sempre con le pinze (chi ha più fantasia di questi, al mondo?), però non gli si può certo dare torto.
Di fatto tutti i termini della nostra lingua sono contenuti in quel volume polveroso.

Però, senza imporci (anche se a mio avviso è superlativo sfogliarlo e capire il reale significato delle parole) di leggere ogni parola del vocabolario, possiamo migliorare il nostro lessico in molti modi.



COME ARRICCHIRE IL PROPRIO LESSICO

Ora, forse, un po' ti gireranno perché ho detto una mezza verità, o meglio, sto per contraddirmi subito.
Ho parlato di molti modi, ed è vero! Te lo giuro! Ma ce n'è uno sacrosanto, infallibile e immutabile:
leggere.

Che barba, che noia, che barba!
Sicuramente è più entusiasmante leggere racconti, romanzi, articoli, dossier che passare ore chini sul dizionario che, per quanto interessante possa essere, sarà di sicuro un po' meno avvincente di una bella storia.

Ti lascio qui un articolo che tratta più o meno lo stesso argomento: la lettura.

Voglio lasciarti 4 (+ bonus) punti da tenere bene a mente per migliorare il lessico:
  • Leggere, tanto e vario. Come in tutte le diete, anche in quella per il nostro cervello dobbiamo essere più vari possibile per tenerlo sano e in forma.
  • Essere curiosi. L'ingrediente base di tutto è la curiosità ma, nello specifico, intendo che se incontri un termine che non conosci, corri subito al vocabolario. Non solo comprenderai il significato di quella parola, ma anche dell'intera frase e, soprattutto, ti rimarrà in testa.
  • Usare i sinonimi. Questo dizionarietto di solito spaventa meno perché più ridotto di dimensioni. Non ti rilassare troppo: è solo più compatto. Scherzi a parte, quello dei sinonimi e dei contrari dovrebbe essere sempre di fianco a quello della lingua ed entrambi dovrebbero essere sempre a portata di mano.
  • Annotare i termini. Prenditi un bel quadernino, o un documento word e annota (anche sommariamente se vuoi) i nuovi termini coi loro significati; crea il tuo diario delle nuove parole. Saranno più facili da recuperare al momento del bisogno e scrivere (meglio se a penna) aiuta a rafforzare le nuove conoscenze.
  • [Bonus] Usare i nuovi termini. Cerca di inserirli nei tuoi scritti e nei discorsi, perché è vero che cercandoli e trascrivendoli si imprimono in testa, ma non nella memoria che via via si farà sempre più labile, credimi. Inserendoli il più possibile (sempre con criterio) nel quotidiano, li farai tuoi.
 

CONCLUSIONI
Lo so, non ti ho svelato alcun trucco magico come melodie strane da ascoltare rigorosamente in cuffia e che ti faranno acquisire competenze in maniera passiva.
No, non esistono, almeno nel mio universo, queste tecniche. Le uniche che conosco te le ho scritte qui e, come sempre, sono impegno e costanza a portare a dei reali risultati.
I trucchetti non funzionano a lungo termine e poi, cosa c'è di più bello che leggere?



Nessun commento

Email Address info@albertodelgrande.com
Torna ai contenuti | Torna al menu